D-sorb per uso stradale

NORMA UNI CEN/TS 15366:2010 e SKID RESISTANT TEST

D-SORB DIATOMITE

UNI CEN/TS 15366:2010 – SPECIFICA TECNICA – PRODOTTI ASSORBENTI SOLIDI DESTINATI ALL’UTILIZZO STRADALE

La norma UNI CEN/TS 15366:2010  stabilisce procedure di prova e di misurazione per soddisfare i requisiti di legge e di sicurezza. L’aspetto più importante o innovativo  è determinato dai cosiddetti test SRT i quali devono essere superati dai materiali assorbenti per uso stradale affinché sia possibile garantire la sicurezza veicolare dopo il loro utilizzo.

SRT (SKID RESISTANT TEST) rappresentato dal contestuale superamento dei seguenti due parti:

  • SRT su assorbente bagnato >80%
  • SRT sulla superficie stradale dopo la rimozione dell’assorbente contaminato >85%

Cos’é il test SRT (SKID RESISTANT TEST), un test dell’attrito radente?
Ogni superficie possiede un valore di “attrito radente” che varia in base a molteplici fattori: materiale da cui e composto, temperatura, agenti atmosferici e soprattutto in base alle sostanze inquinanti e materiali idonei alla bonifica.

Test SRT su assorbente bagnato
Con questo test viene descritto il metodo di prova per la valutazione della variazione di aderenza dovuta alla presenza di un assorbente sparso sulle superfici stradali bagnate.

Per soddisfare i requisiti di sicurezza e tutelare le società ed enti preposti alla manutenzione stradale, è stato redatto un protocollo di prova per valutare il comportamento dei prodotti assorbenti saturi di acqua (effetto di una pioggia) su pavimentazioni stradali bagnate.

É stato fissato un valore minimo pari all’80% di aderenza residua dopo l’intervento simulato in laboratorio e pertanto si deduce che:

  • il valore > 80% condizione di sicurezza;
  • il valore < 80% condizione di insicurezza – in questo caso la sola presenza sulle strade di questi materiali assorbenti pregiudica gravemente la sicurezza della circolazione stradale.

Test SRT sulla superficie stradale dopo la rimozione dell’assorbente contaminato
Metodo per la valutazione della variazione dell’attrito radente sulle superfici stradali soggette a sversamenti di idrocarburi dopo l’impiego di materiali assorbenti. Di conseguenza viene evidenziata l’efficacia degli assorbenti per un impiego stradale.

Poiché le nostre strade sono soggette a condizioni meteorologiche differenti, il test in questione è stato redatto valutando il caso in cui la pavimentazione stradale sia bagnata e la bonifica si debba svolgere in condizioni di tempo piovoso, praticamente la situazione peggiore in cui ci si potrebbe trovare.
Infatti in tali circostanze molti assorbenti tendono a gonfiare e a creare una pasta scivolosa (effetto simile a quello della creta dopo essere stata bagnata).

L’esito del test esprime il valore SRT rappresentando in percentuale il valore di attrito radente presente al suolo dopo l’utilizzo di materiali assorbenti. Più il valore si avvicina a 100, che rappresenta lo stato della superficie prima dell’intervento, tanto il prodotto assorbente utilizzato è sicuro ed efficacie nella sua azione antisdrucciolevole.

Il prodotto D-SORB DIATOMITE è conforme alla norma UNI CEN/TS 15366:2010 in quanto con i valori:

  • SRT su assorbente bagnato = 129,7% (minimo richiesto 80%)
  • SRT dopo la rimozione dell’assorbente bagnato = 87,4% (minimo richiesto 85%) ha superato i requisiti minimi richiesti dalla norma stessa.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn