DPI ICEA

Il pm 10 non va in vacanza

La qualità dell’aria delle province  italiane, lo dicono i dati rilevati, continua purtroppo ad essere scadente.

La concentrazione di polveri sottili resta alta e i dati che emergono rivelano una qualità di aria scadente per la maggior parte delle nostre città e mediocre per una piccola percentuale. In questo link si possono visionare i dati allarmanti città per città.

Siamo in estate, alcuni di noi sono già in vacanza ma, da quello che si può vedere, lo smog persiste a dispetto delle biciclette che prendono il posto di alcune auto, a dispetto di chi preferisce fare due passi a piedi piuttosto che guidare, a dispetto della stagione calda che immaginiamo con il cielo terso e l’aria pulita.

E’ quindi fondamentale correre ai ripari proteggendo le nostre vie respiratorie. Si deve infatti considerare che durante l’estate si trascorre più tempo all’aria aperta e si espongono quindi i nostri polmoni a più polveri sottili, con i conseguenti danni.

Ogni volta che si trascorre del tempo in zone  inquinate, ad esempio con alto transito veicolare, è bene proteggersi con i facciali filtranti che, ricordiamo, sono al momento l’unico modo efficace e l´unico rimedio possibile che i semplici cittadini, ciclisti e motociclisti possono adottare per difendersi dalle polveri sottili, visti gli scarsi effetti ottenuti con i provvedimenti di limitazione del traffico.

Nella speranza che la situazione migliori e che si adottino tutte le misure che, nel tempo, possono garantirci un calo dell’inquinamento e di conseguenza un’aria più pulita e più sana  proteggiamoci con i facciali.  I nostri facciali sono leggeri e comodi, perfetti da usare anche con il caldo.

Qui potete vedere i nostri modelli  ed acquistarli on line.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn