Pezzame industriale

Pannotex_chiaro_soft

ICEA, PRODUZIONE PEZZAME INDUSTRIALE DI ULTIMA GENERAZIONE.

 

ICEA è da sempre una garanzia nei settori di pulizia industriale e domestica, protezione personale ad uso industriale, protezione ambiente. Dal 1956, una continua ricerca ha permesso ad Icea di mettere a punto prodotti dalle alte prestazioni, finalizzati a soddisfare le esigenze più specifiche, conquistando così la fiducia di aziendie ed enti a livello nazionale ed internazionale.

Nuovo Pannotex, infiniti usi

 

Icea propone una linea di prodotti completamente dedicata alla pulizia industriale e domestica: panni non tessuti  ad elevata assorbenza, panni testati per il contatto con gli alimenti, panni ideali per lucidare, per esempio. L’industria automobilistica, l’industria alimentare, l’Industria meccanica – ma anche officine, tipografie e cucine industriali – si avvalgono di pezzame industriale proposto da Icea in diverso formato. Ampio utilizzo viene destinato anche alla marina militare. Tutti i prodotti per la pulizia firmati Icea soddisfano elevati standard qualitativi.

Tra tutte le soluzioni ICEA relative al pezzame industriale, il prodotto di punta è Pannotex, il nuovo pezzame per pulizia brevettato e prodotto da ICEA. Si tratta di un panno destinato, per le sue eccezionali caratteristiche, a sostituire tutti gli stracci e i pezzami tradizionali utilizzati sia negli impieghi civili che industriali.

Nuovo Pannotex, massima resa

Pannotex è il nuovo panno pezzame industriale che garantisce la massima resa, in relazione alla quantità di peso. Perché Pannotex è un pezzame industriale rivoluzionario, rispetto ai pezzami tradizionali?

  • perché è di eccellente QUALITÀ’ : Icea è l’azienda produttrice di Pannotex, la lavorazione è tutta Italiana ed è finalizzata a creare un prodotto di prestigio. Per questo 1 kg di Pannotex è costituito da 42 pezzi di pezzami tutti uniformi, di cm 38×38, a differenza dei pezzami tradizionali. Questo si traduce in un pezzame industriale ad alta resa ed estrema versatilità di impiego.
  • perché è UNIFORME: un panno tessile completamente sprovvisto di corpi estranei, in quanto ottenuto da una serie di specifiche lavorazioni a macchina. Quindi non sono presenti aghi, bottoni, cerniere ecc. Inoltre è privo dei difetti tipici dei pezzami tradizionali, come cuciture, ringrossi ecc
  • perché garantisce ALTA ASSORBENZA: a parità di peso, Pannotex ha una maggiore capacità di assorbimento (6 volte superiore rispetto ai pezzami tradizionali)
  • perché è IGIENICO: a differenza dei pezzami tradizionali, che vengono lavati e lisciviati a temperatura inferiore a 100°C, Pannotex viene essiccato e sterilizzato a  200°C, nella fase conclusiva di lavorazione, il che garantisce la massima igiene
  • perché è SICURO: la sua struttura priva di trama lo rende robusto ai fini dell’impiego, ma ne consente allo stesso tempo lo strappo in caso di trascinamento, per garantire la massima sicurezza agli operatori e prevenire in modo decisivo eventuali infortuni.
  • perché è RESISTENTE AD ACIDI E SOLVENTI, quindi si presta a differenti utilizzi
  • perché è appositamente dedicato agli USI INDUSTRIALI: oltre alla tipologia di tessuto, anche la confezione è finalizzata a facilitare l’utilizzo nelle industrie, grazie ad una suddivisione del prodotto in pacchi sigillati, facilmente distribuibili nei vari reparti.

 

Scopri anche tutti gli altri pezzami industriali proposti da ICEA: Polytex (realizzato in tnt, adatto per pulizia e asciugatura), Multisoft (panno tnt leggero, ottimale per cere lucidanti e prodotti sgrassanti), Multitex (panno tnt particolarmente resistente, ideale per lucidare, resistente ai solventi), Drc (panno tnt robusto anche quando bagnato, testato per il contatto con alimenti), Salviette Polytex (ideali per pulire le mani in mancanza di acqua)

RICHIEDI INFORMAZIONI 

 


Compila il seguente modulo per ogni richiesta o scrivici direttamente a: icea@icea.it

Nome e Cognome*
Email*
Indirizzo*
Città*
CAP*
Provincia*
Telefono/Cellulare
Società
Messaggio*
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn